QUANTI TITOLI DI STATO HANNO LE BANCHE ITALIANE?

nicolafinancial news, mazziero research, News, ricerca0 Comments

Risposta: Sempre Meno

Il grafico sopra mostra che dai 680 miliardi del maggio scorso le banche hanno ridotto i quantitativi in possesso a 639 miliardi a gennaio.

In termini percentuali sul totale circolante, le banche sono scese dal 29 al 26%.

Pur considerando che i dati di Banca d’Italia sono aggiornati a gennaio 2020, quando l’emergenza Covid-19 non riguardava il nostro Paese, si denota un atteggiamento cauto delle banche verso i titoli di Stato nostrani.

Fra le ragioni possiamo elencare:

  1. Timori che l’allargamento dello spread possa portare degli impatti sui bilanci, con conseguenze sui requisiti patrimoniali e necessità di dover ricorrere a nuovo capitale.
  2. Timori di crisi di liquidità, che già da settembre appaiono evidenti nel mercato monetario statunitense.
  3. Timori che una revisione del rating italiano possa avere impatti sullo spread.

 

Tutti aspetti legittimi.
Resta solo una cosa da sottolineare: evidentemente non sono solo le banche tedesche a vendere i BTP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *